Visualizzazioni totali

Ogni associato mette in campo o in condivisione le proprie Idee, Consigli, Doti, Competenze, Progetti, Tempo, Fede e Cuore per realizzare una vera e propria Community di Vera Fratellanza.

Questo si chiama Altruismo, Cooperazione, Lungimiranza e Amore per il Prossimo .

CODICE FISCALE 93048950161


Lettori fissi

Translate

venerdì 16 settembre 2016

DONAZIONI AGEVOLAZIONI FISCALI PER I PRIVATI E LE AZIENDE


AGEVOLAZIONI FISCALI PER I PRIVATI I privati possono dedurre le donazioni in denaro e in natura erogate a favore della Fondazione Telethon(come da DPCM attuativi), per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14 comma 1 del Decreto Legge 35/05 convertito in legge n° 80 del 14/05/2005).
AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE AZIENDELe imprese possono dedurre:
– le donazioni in denaro e in natura a favore della Fondazione Telethon (come da DPCM attuativi) per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14 comma 1 del Decreto Legge 35/05 convertito in legge n° 80 del 14/05/2005). 
– OPPURE, possono dedursi le erogazioni liberali per un ammontare complessivamente non superiore al 2 per cento del reddito d’impresa dichiarato (art. 100 c 2 lett. a TUIR e risoluzione 74 del 29/07/2014). La disposizione è particolarmente adatta per imprese di grandi dimensioni che intendano donare importi elevati.
INOLTRE, possono dedursi integralmente e senza limiti di reddito le erogazioni liberali in denaro specificamente destinate allo svolgimento e la promozione di attività di ricerca (art. 1, c 353 e segg, L 266/05 e DPCM attuativi). Questa disposizione è di carattere residuale e può essere assunta qualora la donazione sia di importo superiore ai massimali delle due precedenti, previa condivisione con la Fondazione Telethon.
Importante: le agevolazioni fiscali previste non sono cumulabili tra di loro. Per ottenere la deducibilità i contributi devono essere versati attraverso il sistema bancario o postale, conservando per dieci anni, con la propria dichiarazione dei redditi, il documento idoneo attestante il versamento effettuato (es. contabile bancaria, estratto conto, vaglia postale). Non è quindi ammessa deducibilità per i contributi versati in contanti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento